La Sala del Cembalo del

A Non-Profit Project devoted to the Baroque Age
Reviews, Articles, Historical Insights, Interviews and the greatest Harpsichord Musical Archive of the World!

buttonhomebuttonmusicbuttonfaqbuttonkontaktbuttonindex

Jean-Antoine Watteau La comédie française (c.1716), Staatliche Museen, Berlin

FRANÇOIS COUPERIN
(Paris 1668 - 1733)

From Premier Livre de Pièces de Clavecin
dédié à Monsieur Payot de Villers (Paris 1713)

(I) Premier Ordre
en Sol Mineur

(II) Deuxième Ordre
en Re Mineur

(V) Cinquième Ordre
en La Majeur

rocodeco002

from L'Art de toucher le Clavecin
dédié à sa Majesté (Paris 1716-7)

J'ai composé les huit préludes suivants
sur les tons de mes pièces, tant celles qui sont
déjà gravées, que celles qu'on grave actuellement,
ayant remarqué que presque toutes les écolières
de clavecin ne savent que le petit prélude par où
elles ont été commencées. Non seulement les
préludes annoncent agréablement le ton des
pièces qu'on va jouer, mais ils servent à
dénouer les doigts, et souvent à éprouver
des claviers sur lesquels on ne s'est point
encore exercé.

Les quatre premiers de ces préludes peuvent servir
à tous les âges, excepté que pour les très jeunes
personnes, on doit les dispenser de tenir trop
précisément toutes les notes des accords un
peu étendus. Mais, j'en remets le choix à ceux
qui leur enseigneront. (pg.51)

rocodeco002

From Second Livre de Pièces de Clavecin
dédié à Monsieur Prat (Paris 1716-7)

(VI) Sixième Ordre
en Si b Majeur

(XI) Onzième Ordre
en Do Mineur et Majeur

rocodeco002

From Leçons de ténèbres à une et à deux voix
(Paris 1714)

Troisième Leçon
transcribed by Fernando De Luca

Iquattro libri di composizioni per cembalo di Couperin “le grand”, rappresentano una fonte inesauribile di immagini musicali create dal compositore francese nell’arco di circa un trentennio o quasi. I pezzi di carattere che costituiscono gran parte di questa produzione hanno, da sempre, destato curiosità e molti interrogativi sia da parte degli storici che dei musicisti: tuttavia, nonostante i numerosi tentativi di collegare certi titoli pittoreschi al contesto storico-culturale in cui Couperin fu immerso, non sempre si è riusciti ad ottenere risposte complete e convincenti.

Molte pagine degli Ordres mostrano uno spaccato della società francese, da cui il compositore trasse ispirazione chiamando in causa attori, attrici, cortigiani ed altri tipici caratteri della Commedia dell’Arte (italiana), e della contrapposta Commedia francese. In questo ambito, il compositore dipinge i caratteri a volte drammatici e gravi, oppure scandalosi o dai toni umoristici, che si possono ancora oggi evincere consultando i documenti storici dell’epoca di Couperin, soprattutto le lettere, le canzoni e gli epigrammi satirici dei suoi contemporanei.

Altri soggetti dei pièces si riferiscono ai suoi stessi patroni e protettori, agli amici dei circoli letterari e musicali, tutti ritratti utilizzando una ampia tavolozza di sensazioni e sentimenti, che spaziano dallo spirituale al divertito, dall’amorevole all’ironico. In altri casi, fonte di ispirazione non sono persone ma elementi della società, eventi e circostanze cui Couperin prese parte o ne fu testimone, direttamente o meno, generalmente legate all’ambiente dei teatri d’Opera, del mondo letterario, delle fiere parigine. In questi casi, la caratterizzazione può assumere per noi significati decisamente nascosti, quasi al limite dell’ambiguità, spesso ricorrendo all’uso della tecnica della satira, di cui il grande musicista francese fu un assoluto maestro, grandemente imitato in Francia dai suoi successori, per quasi tutto il XVIII secolo.

Les Baricades Mistérieuses (pg.6 dal Livre II/1716)

Tra gli Ordres registrati in questa pagina dal maestro De Luca, l’undicesimo, tratto dal Second Livre del 1716/17 è uno degli esempi più significativi del genere. L’aspetto satirico risulta già evidente dal titolo “Les Fastes de la grande et ancienne Mxnxstrxndsx”, dove l’autore camuffa la parola “Ménestrandise” sostituendo alcune lettere con una “x”. La circostanza, fonte di ispirazione, è in questo caso ben nota, riferendosi all’antica ed influente corporazione di musicisti, la Ménestrandise, che in ben due occasioni, nel 1693 e nel 1707, tentò di limitare la libertà di esercizio (insegnamento e concerti pubblici) di organisti e cembalisti, tra i quali lo stesso François Couperin. La condizione per aver diritto al titolo di Maestro era ovviamente quella di unirsi alla corporazione tramite pagamento di una quota associativa. Tutta la seconda parte dell’Ordre XI, è una denuncia satirica del compositore, vittorioso, che ebbe ragione in entrambe le occasioni in seguito ai suoi appelli rivolti al Parlamento di Luigi XIV.

Per approfondire, consigliamo la lettura di un testo ristampato nel 2011, Jane Clark e Derek F. Connon “The Mirror of Human Life: Reflections on François Couperin's Pièces de Clavecin” (Keyword Press), dove si cerca di far luce su questi aspetti, proponendo delle possibili letture basate su documenti d'epoca. Un altro utile riferimento è il testo del Prof. David Tunley, “François Couperin and The Perfection of Music” (Routledge, ristampato nel 2016) dove è possibile trovare informazioni ed ipotesi aggiuntive. Infine, nell’articolo di Simon J. Evnine pubblicato sul suo sito e quindi liberamente consultabile online c’è un interessante excursus di tutte le interpretazioni date dai diversi studiosi sul brano più famoso di Couperin, ovvero Les Baricades Mistérieuses, presente nell'Ordre VI che è pubblicato integralmente nella nostra pagina.

saladelcembalo.org
17 giugno 2017

FERNANDO DE LUCA
harpsichord

Issue 2017-16

Recorded in Rome
October/November 2013 (Ordres I, II, VI, XI, Preludes)
17 March 2016 (Ordre V)

French harpsichord after Blanchet (1754)
built by C. Caponi (1985); Audio eng. M. De Gregorio

Recorded in Venice
1 September 2015 (Troisième Leçon): German harpsichord after Christian Vater (1738), built by F. P. Ciocca (2007)

Explication des agrémens, et des signes (pg.74 dal Livre I/1713)

handelvauxhall1frenchkeybobliq

HOME & NEWS - Newsletter

cccommons

Legal Stuff - Privacy and Cookies

Many thanks to all the volunteers
of saladelcembalo.org!

buttonhome1buttonmusic1buttonfaq1buttonkontakt1buttonindex1cccommons